Il Comune Turismo & Eventi
Approfondimenti
Portale Fondazione Turistica Misano Adriatico

Informazioni, luoghi, eventi per la vacanza a Misano Adriatico 

Biblioteca e Cultura

Vai al portale della “Cultura a Misano Adriatico” con tutti i servizi e le iniziative organizzate dalla nostra biblioteca comunale

Nuovo Piano Urbanistico Generale del Comune di Misano Adriatico (PUG)
SUAP

Sportello Unico per le Attività Produttive: vai al portale con tutte le informazioni per le aziende e le imprese

Sistema Informativo Territoriale
Calcolo IMU e stampa F24

Clicca sull'immagine e collegati alla pagina per calcolare la tua IMU

Imposta Di Soggiorno
Insieme a pesca di emozioni

E' un progetto a favore di giovani finalizzato all'inclusione sociale.

Leggi tutto cliccando sull'immagine

Servizio Concabus

E' attivo il servizio di trasporto pubblico locale a chiamata Concabus.

Per ulteriori informazioni

La Biblioteca Illuminata
Martedž, 21 Giugno 2011

Parte, sabato 18 giugno, la quarta edizione della BIBLIOTECA ILLUMINATA: scrittori, filosofi e scienziati sotto le stelle promossa dalla Biblioteca Comunale in collaborazione con la Commissione Pari Opportunita del Comune di Misano Adriatico. Sotto la regia di Gustavo Cecchini, direttore della Biblioteca Comunale, il giardino della Biblioteca diventerà per quattro serate quasi un “Kepos epicureo” , un luogo di riflessione ed incontro.

 

Apre, sabato 18 giugno, PIERLUIGI CELLI in dialogo col pubblico su LA GENERAZIONE TRADITA : GLI ADULTI CONTRO I GIOVANI, titolo di una sua recente pubblicazione.Una generazione tradita da una società divisa, rissosa, individualista. Una generazione tradita da una politica faziosa, immorale e strafottente. Una generazione tradita dal suo Paese. Quel bel Paese in cui cultura e competenza sono requisiti trascurabili per accedere al mondo del lavoro e dove le aspirazioni di una generazione giovane vengono sacrificate a un sistema vecchio e malato. Pier Luigi Celli, che è stato direttore della Rai e oggi dirige l'Università Luiss Guido Carli, conduce con uno sguardo critico e impietoso un'indagine che scandaglia i sistemi educativi e gli intrighi della politica, i debiti della vecchia generazione e la lotta degli adulti contro i giovani. Dal suo punto di vista di manager di lungo corso, Celli recupera e sviluppa i temi che aveva lanciato in una provocatoria e assai discussa lettera a "la Repubblica", Figlio mio lascia questo Paese, fermamente determinato a trovare una risposta positiva possibile. C'è nell'aria un sentimento che ondeggia pericolosamente tra ineluttabilità, rassegnazione e voglia di riscatto. Solo un esame intransigente può restituire le condizioni per sperare e ricominciare. E, in questo, trova un suo senso preciso l'impegno di leggere pagine che sono, prima di tutto, un invito a guardare ai giovani con lungimiranza e generosità. Per prendere parte alla sfida. Per riconsegnare ai giovani la loro scommessa. Per rendere alla generazione tradita ciò che le spetta.

 

Venerdì 24 giugno EDOARDO BONCINELLI genetista di fama mondiale, presenterà LETTERA A UN BAMBINO CHE VIVRA' 100 ANNI: come la scienza ci renderà immortali. Da sempre l’uomo sogna di vincere il tempo e su questo sogno ha elaborato infinite leggende, cercando nel mito, nella religione o nella magia le risposte al suo insopprimibile desiderio di eternità. Oggi però è la scienza a far sembrare possibile tutto ciò. Grazie agli enormi progressi della biologia e della medicina, per i bambini che nascono ora sarà normale vivere fino a 100 anni. Merito della lotta alla mortalità infantile, ma anche del costante progresso delle nostre conoscenze. Potremo ringiovanire parti del corpo, migliorarne l’efficienza e la longevità, guarire da malattie finora letali; alcune innovazioni tecnologiche suggeriscono addirittura un modo nuovo di sopravvivere alla morte. Ma l’immortalità è davvero possibile? Dagli ultimi sensazionali esperimenti sulla vita artificiale alle più recenti scoperte della genetica, dalla medicina rigenerativa alle sue applicazioni nella lotta alle malattie, dalla diagnostica precoce alla ricerca sui geni che regolano la durata della vita, Boncinelli ci offre tutte le informazioni necessarie per capire le implicazioni (non solo fisiche ma anche etiche, psicologiche e filosofiche) degli scenari, talvolta fantascientifici, che ci troveremo a vivere. E ci fornisce gli strumenti per orientare in modo consapevole le indispensabili scelte che saremo chiamati ad affrontare.

 

Giovedì 7 Luglio nel giardino della Biblioteca è di scena la poesia con un omaggio al grande poeta spagnolo FEDERICO GARCIA LORCA. Sarà il cosmologo MASSIMO CAPACCIOLI a condurre una serata dal titolo davvero accattivante che riprende un verso di Lorca: “NOTTE CHE NOTTE NOTTURNA”: rileggendo Federico Garcia LORCA tenendoci per mano. Lorca è il cantore delle più elementari passioni dell'uomo. Nelle sue composizioni, che parlano dell'amore, del destino e della morte, si fondono insieme e si inseguono il sogno e la realtà. Le parole diventano immagini, e le immagini metafore di un sentire esasperato e spontaneo, mitigato da un uso elegante della lingua (resa splendidamente nella traduzione italiana delle sue opere), dove i caratteri e i colori arabi e gitani si fondono con le esperienze delle avanguardie. L'incontro si snoderà tra la lettura di brani di alcune poesie di Lorca, e il tentativo di associare ad esse le immagini del cielo profondo, per esaltare l'effetto delle metafore del poeta andaluso ma anche per cercare un parallelo tra emozioni diverse. Sogno di suoni e visioni di un sogno di luci lontane e misteriose, da assaporare con la mente libera dal quotidiano e con le narici piene degli odori del giardino e del mare insieme.

 

Chiude la rassegna, venerdì 8 luglio, il filosofo e critico musicale QUIRINO PRINCIPE con un recital dedicato al poeta argentino Jorge Luis BORGES.

Quirino Principe ci offre una serata di poesia sotto le stelle in compagnia di Jorge Luis Borges, il leggendario poeta argentino nato a Buenos Aires giovedì 24 agosto 1899 e morto a Ginevra sabato 14 giugno 1986. Sarà l'occasione per seguire in percorsi segreti quest'uomo inimitabile, divenuto completamente cieco a sessant'anni di età, nel momento stesso in cui una crudele beffa del destino gli concesse la nomina a direttore della Biblioteca Nazionale di Buenos Aires, ossia di quell'universo costituito da libri, gli oggetti da lui infinitamente amati, e da quell'istante, per lui, infinitamente invisibili. In quella "biblioteca di Babele", nella quale egli immaginò che esistesse un mirabile e spaventoso libro perfettamente circolare (e perciò, infinito), somma e sintesi enciclopedica di tutti i possibili libri esistenti o immaginari, egli completò il suo progetto: creare universi paralleli con la magia della parola. La serata sotto le stelle ci condurrà fra luoghi poetici davvero unici nel microcosmo delle periferie urbane, povere e nobili, dentro rigagnoli che scorrono in un vicolo che confina con l'eternità, e unici nel macrocosmo stellare che potremmo cogliere con un unico inconcepibile sguardo se soltanto trovassimo il misterioso Aleph, il punto centrale e nevralgico dell'Essere, o se ci trasformassimo per qualche istante nella Torre o nell'Alfiere su una metafisica schacchiera. Forse anche noi, quella sera, potremo dire, con le parole di Borges: "Presto saprò chi sono".

 

Gli incontri di terranno presso il giardino della Biblioteca di Misano, via Rossini, 7 con inizio alle ore 21,30. In caso di maltempo nelle sale della Biblioteca. Ingresso libero.

Info: 0541.618424