Il Comune Turismo & Eventi
Approfondimenti
Portale Fondazione Turistica Misano Adriatico

Informazioni, luoghi, eventi per la vacanza a Misano Adriatico 

Biblioteca e Cultura

Vai al portale della “Cultura a Misano Adriatico” con tutti i servizi e le iniziative organizzate dalla nostra biblioteca comunale

Progetto partecipativo “MISANO PER L'INCLUSIONE SOCIALE”

Progetto partecipativo “MISANO PER L'INCLUSIONE SOCIALE”

SUAP

Sportello Unico per le Attività Produttive: vai al portale con tutte le informazioni per le aziende e le imprese

Sistema Informativo Territoriale
Calcolo IMU e stampa F24

Clicca sull'immagine e collegati alla pagina per calcolare la tua IMU

Imposta Di Soggiorno
Insieme a pesca di emozioni

E' un progetto a favore di giovani finalizzato all'inclusione sociale.

Leggi tutto cliccando sull'immagine

EMESSA L’ORDINANZA DI CHIUSURA DELL’AREA DI VIA DELL’AUTODROMO. AL VIA I LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE
Sabato, 16 Dicembre 2017

Il Comune di Misano Adriatico ha emesso nella giornata di ieri l’ordinanza di chiusura dell’area di via dell’Autodromo (nuova via Simoncelli) al fine di permettere le prime operazioni di picchettamento e impostazione del cantiere che vedrà l’inizio effettivo dei lavori nel prossimo mese di gennaio.

 

L’intervento - che verrà realizzato dalla società Santamonica Spa nell’ambito della convenzione sottoscritta con il Comune di Misano Adriatico che vede tra le altre cose la realizzazione di due nuove sale di quartiere sul territorio di Misano nelle frazioni di Scacciano e Misano Monte - prevederà il completamento e l’adeguamento della via Simoncelli, l’arteria stradale che parte dalla rotatoria Simoncelli su Via del Carro e che divide il Misano World Circuit dalla corsia sud dell’Autostrada A14.

 

Al termine dei lavori, la sede stradale sarà composta da due corsie di marcia per le autovetture ed una pista ciclopedonale in corsia separata, oltre alla realizzazione di una nuova illuminazione pubblica. I lavori inoltre prevedono la demolizione e il conseguente rifacimento della mura di recinzione del circuito al fine di far posto alla nuova pista ciclabile.

 

I lavori dalla Santamonica Spa della lunghezza di 800 metri e che vedranno al lavoro anche due aziende artigiane quali Italferro e Delma, si aggiungono ad un altro tratto di strada di 500 metri realizzato da altri soggetti presenti nella zona artigianale. Questa nuova arteria stradale, nella sua interezza, insieme al completamento dei lavori di collegamento tra via del Carro e via Tavoleto (progetto num. 10) approvati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti all’interno del progetto più ampio denominato “Opera di completamento sulla viabilità connessa all’autostrada A14”, permetterà di migliorare in modo sostanziale il raggiungimento del casello autostradale sia al pubblico durante grandi eventi sportivi ospitati al Misano World Circuit, sia per i cittadini residenti durante la quotidianità.

 

“Si tratta di un’opera fondamentale – spiega il Sindaco Stefano Giannini - perché connette tra loro due strade provinciali principali quali via del Carro e via Tavoleto, che insieme alla nuova bretella di Scacciano che collegherà Villaggio Argentina con il casello di Riccione realizzato nell’ambito del progetto 8 della società Autostrade sempre approvato dal Ministero, permetterà di creare un collegamento importantissimo tra la zona del circuito e l’autostrada. Siamo davanti alla definizione di un progetto di cui si parlava da anni, ma che per motivi vari non aveva mai trovato una risposta concreta. Oggi invece grazie alla sinergia con la Santamonica Spa e con le altre realtà private coinvolte, siamo riusciti in questo intento che – sono convinto – rappresenterà un punto di svolta rispetto ai problemi di collegamento tra Misano, Riccione e il casello autostradale”.

 

“L’autodromo è una realtà completamente integrata sul territorio – è il commento di Luca Colaiacovo, Presidente della Santamonica SpA – e credo sia del tutto naturale partecipare, nell’interesse reciproco, allo sviluppo delle infrastrutture che lo coinvolgono. L’affiatamento, la condivisione e la responsabilità sono i valori che animano questo rapporto virtuoso fra Pubblico e Privato, ampiamente sperimentato su diversi fronti”.